come la fotografia, il giornalismo sta vivendo un cambiamento molto profondo, che sta rimodellando molte delle regole di base.
ho provato a tradurre alcuni passaggi.

Una lista di cose che stanno dando forma al nuovo giornalismo di George Brock, professore e direttore dell’università di giornalismo di londra.
1) è cambiato l’impatto: è aumentato il volume delle informazioni che riceviamo e diamo mena attenzione a tutto
2) la parola news non ha più lo stesso significato di un tempo. non esiste più l’idea di scoop perchè una notizia diventa virale molto velocemente. il valore della notizia viene data dagli individui stessi che la “consumano”
3) i giornalisti devono trovare nuovi modi per far capire qual è il valore di quello che fanno, che va oltre questo continuo flusso di dati, conversazioni, gossip, disinformazioni..Questo è il lavoro più duro da fare ma ce n’è profondamente bisogno.
4) i nostalgici devono smettere di lamentarsi e iniziare a sviluppare l’abilità di come mantenere l’attenzione alta sulle nuove piattaforme
5) se il business model della carta stampata si è “rotto”, rimanda il giornalismo indietro ai suoi principi: scoprire e dare forma alle informazioni in modo che le persone le trovino interessanti ed utili. Questo porta direttamente a prestare molta attenzione al traffico dei dati e alla sua qualità.
6) I giornali competono per avere l’attenzione perchè sono in un Mercato. Mentre tutti cercano di trovare un nuovo business model, la filantropia sta facendo ora da ponte tra i due modelli di giornalismo.
7) I giornali stanno iniziando ad usare network di collaboratori esterni ma se da un lato alleggerisce i costi dall’altro porta a problemi etici e non solo.

http://georgebrock.net/incomplete-list-things-going-shape-next-journalism/